Secondo i medici del Pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma il feto di quella giovane mamma era morto, e così le è stato proposto un aborto terapeutico, “tanto alla quinta settimana bisognerà procedere col raschiamento”. Ma lei, la romana Maria S., non ha voluto sentire ragioni. E tre mesi e mezzo fa quel bimbo “morto” è nato in perfetta salute, riporta “Il Mattino”. E la donna ha denunciato l’ospedale dell’Isola Tiberina.

Resisteranno a parole, ma poi ovviamente è naturale che le cose cambino”. A dirlo è Matteo Renzi, che si riferisce ai supermanager e ai loro superstipendi. “Non è possibile – riprende il premier – che l’ad di una società guadagni mille volte in più dell’ultimo operaio. Torniamo a un principio di giustizia sociale. Noi non molliamo”. E assicura: “Torneremo a un rapporto di uno a dieci, come ai tempi di Olivetti.

Grave incidente durante la partita di calcio del campionato Amatori Uisp tra Serbariu e Atletico Uta. Un calciatore di 40 anni, Cristian Secci, è rimasto gravemente ferito alla testa dopo una brutta caduta susseguente al tentativo di colpire un pallone di testa. Secci è caduto battendo violentemente il capo al suolo ed è rimasto subito privo di sensi.

Un bambino di tre anni, Leonardo Sonno, è morto dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Tarquinia, in provincia di Viterbo. Il piccolo era stato portato dai genitori al pronto soccorso per una febbre alta. Dopo la somministrazione di alcuni farmaci è stato dimesso, ma una volta a casa è morto. La procura di Civitavecchia ha aperto un’inchiesta: due medici sono indagati. Avviata un’indagine ispettiva dal ministero della Salute.

 

Ascolta l’edizione completa:

Notizie InterNazionali