Da oggi partirà il nuovo servizio di emissione della carta d’identità elettronica (CIE), un documento di riconoscimento che consente di identificare il titolare nello Stato di appartenenza e in tutti gli altri Stati Europei e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi.

«Il miglioramento dei servizi demografici – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno –, grazie alla velocizzazione dei servizi e alla digitalizzazione dei vecchi documenti cartacei era uno dei nostri obiettivi. La nuova carta d’identità, inoltre, renderà più immediato il rapporto fra cittadini e pubblica amministrazione, aumentando il livello di sicurezza».

In futuro il documento potrà essere utilizzato anche per accedere ad ulteriori servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni.

«E’ un primo passo – ha aggiunto la consigliera comunale Concetta Petralito – di un più ampio progetto di digitalizzazione dei servizi dell’ente, ed è un’innovazione in quanto l’ufficio Anagrafe potrà raccogliere e registrare le dichiarazioni di volontà del cittadino pachinese di donare i propri organi in caso di morte sia al momento del rinnovo, sia al momento del rilascio della carta».

La CIE è realizzata in materiale plastico (policarbonato), ha le dimensioni di una carta di credito ed è dotata di particolari elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture) e di un microchip che memorizza i dati del titolare. La foto in bianco e nero è stampata al laser per garantire una elevata resistenza alla contraffazione.

Con l’entrata a pieno regime dell’emissione della CIE la carta d’identità cartacea già in possesso dei cittadini continuerà ad aver validità sino alla naturale scadenza.

Chi può richiedere la carta d’identità elettronica

La CIE viene rilasciata ai cittadini residenti nel Comune di Pachino nei seguenti casi:

  • prima richiesta di carta d’identità;
  • precedente documento di identità scaduto (o nei centottanta giorni precedenti la scadenza);
  • precedente documento di identità in corso di validità ma rubato, smarrito o deteriorato.

Attualmente non è possibile rilasciarla ai cittadini iscritti all’Aire che continueranno invece ad avere la carta di identità cartacea con le stesse modalità attualmente in vigore.

La validità della carta, come per quella cartacea, cambia a seconda dell’età del titolare e coincide con il giorno e mese di nascita del titolare, e nello specifico:

  • minori di 3 anni – triennale
  • dai 3 ai 18 anni – quinquennale
  • maggiori di 18 anni – decennale

Dove Rivolgersi: Servizi Demografici – Ufficio Anagrafe, Via Unità (ex Standa)

Costi: Il costo della CIE per il rilascio e il rinnovo è di 22,21 euro (16,79 euro andranno direttamente allo Stao), mentre in caso di smarrimento. Il costo sarà di 27,38 euro.

Tempi: Al termine delle operazioni di inserimento e verifica dei dati, lo sportello anagrafe rilascia al cittadino la ricevuta della richiesta della CIE.

Il rilascio, pertanto, non è immediato ma il documento viene spedito a mezzo servizio postale, di norma, come indicato dal Ministero dell’Interno, direttamente presso l’abitazione del richiedente entro 6 giorni lavorativi dalla data della richiesta.

Al momento della richiesta è necessario fornire un indirizzo completo dove sia presente un campanello o un citofono recante il nome del destinatario e una cassetta delle lettere nella quale inserire l’eventuale avviso di giacenza in caso di assenza del destinatario.

Nel caso in cui si intenda delegare una terza persona al ricevimento del documento occorrerà fornire tutte le informazioni necessarie per il recapito.